I Tarocchi: secoli di tradizione ancora attuale

La lunga tradizione dei Tarocchi

I tarocchi sono carte raccolte in un mazzo di 78, al quale eventualmente se ne aggiungono altre 21, chiamate Trionfi e un’altra chiamata il Matto.

Il mazzo è tradizionalmente diviso in 4 semi, ognuno dei quali comprende 14 carte: le carte numerate dal numero 1 al 10 più le figure, le quali sono chiamate Onori o Carte di corte che sono il re, la regina, il cavaliere e il fante.

I trionfi vengono rappresentati da figure umane, da animali o ancora da creature mitologiche e sono numerati dall’1 al 21 con numeri romani (I-XXI).
Le carte normali sono chiamate Arcani Minori mentre i Trionfi e il Matto sono detti Arcani Maggiori.

Se inizialmente queste erano utilizzate come carte da gioco, ben presto passarono, probabilmente a causa delle evocative figure che le caratterizzano, ad avere uno scopo esoterico: in mano a persone particolarmente sensitive queste sarebbero in grado di dare informazioni sul passato, sul presente e sul futuro della persona alla quale si decide di leggere queste indicazioni.

Storia dei Tarocchi

L’origine dei tarocchi è a tutt’oggi incerta ed esistono diverse teorie sulla loro nascita: le più accreditate, collocano l’inizio dell’uso di queste carte nel periodo prerinascimentale.

L’origine vera e propria, secondo alcuni affonderebbe le radici nell’antico Egitto, secondo altri nell’antico impero cinese ma forse sono un prodotto tutto italiano.

Probabilmente c’è anche un’influenza di quelle ebraiche sui Tarocchi, i quali sono però sarebbero una nati verosimilmente dalla combinazione delle carte Naibi e con le più diffuse carte numerali.

Come vengono utilizzati i Tarocchi oggi e dove trovarli

I Tarocchi vengono usati per interpretare vicende complicate della propria vita, per porre domande sul futuro, sul destino in generale e per scoprire qualcosa in più rispetto a ciò che sappiamo.

Per interpretarli ci sono vari metodi come quello della croce celtica, uno dei più diffusi metodi di divinazione, che legge le carte in modo interdipendente l’una dall’altra dopo che viene posta una domanda precisa; oppure il metodo astrologico, dove ogni carta viene letta come una singola entità in quanto rappresenta una casa astrologica.

Ogni metodo è studiato per avere una soluzione di diverso tipo, si interrogano le carte per avere risposte nette o per avere consigli su come portare avanti un’azione.

Come accedere al sapere delle carte

Se un tempo i Tarocchi erano molto diffusi e non c’erano molte difficoltà a trovare chi li sapesse leggere, oggi l’arte della divinazione sta scomparendo. Fortunatamente su internet ci sono moltissimi modi per scoprire il funzionamento delle carte, i modi per leggerle e per interpretarle ma anche di ottenere facilmente e in modo gratuito l’elaborazione del risultato.

Attraverso internet è possibile trovare sia esperti interpreti delle carte sia siti in cui potrai scegliere le carte, dato che la prima parte della divinazione si basa sulla scelta delle carte coperte da colui che pone la domanda; una volta scelte e scoperte viene dato il significato delle carte: questo si può interpretare autonomamente oppure si può richiedere l’interpretazione.