Rimedio ai problemi di umidità ascendente

La comparsa di umidità nelle pareti perimetrali di casa, spesso, ha una matrice che non è interessata dalle prerogative ambientali interne come un’errata climatizzazione o imputabile all’uso di rivestimenti murali inappropriati.

Questi fattori possono al massimo essere concomitanti a quello più serio dell’umidità ascendente delle pareti, la cui risoluzione comporta un’analisi attenta e mirata dell’intera struttura e dela posizione in aree interessate da fenomeni igroscopici.

Conosciuta anche come umidità di risalita ha come causa comune l’incapacità di alcuni materiali da costruzione di contrastare l’effeto della dissolvenza dell’acqua in vapore, dovuto essenzialmente alla porosità e al conseguente accumulo di sali minerali all’interno dei materiali edili.

Come si genera l’umditià ascendente

La prerogativa fondamentale dell’umidità ascendente è trovare dei corridoi comodi di passaggio per eccessiva porosità dei materiali da costruzione, amplificando il fenomeno attraverso porzioni progressivamente più ampie delle pareti.

La causa potrebbe attribuirsi a una rottura idrica che può interessare anche aree lontane da quelle in cui si manifesta il problema, semplicemente perché l’acqua se non trovando ostacoli prosegue il suo cammino fino a trovare sfogo, evidente in caso di fuoriuscita di liquido o latente poiché assorbita dalla struttura e restituita in superficie mediante evaporazione.

Individuare e risolvere il problema

L’analisi strutturale dei muri ammalorati da umidità di risalita è utile all’individuazione e alla risoluzione definitiva del problema.

Può essere preventivamente effettuata da un tecnico che disponga di opportuna telecamera termica che individui i punti di interesse igroscopico delle pareti, fornendo il supporto idoneo alla localizzazione precisa dell’area di intervento.

Tecsit System azienda specializzata nella ricerca di soluzioni impermeabili, ha brevettato Tecsit Pro Inject una crema concentrata a base di silani, elementi di derivazione del silicio che è uno dei pochi presenti in natura dalle qualità idrorepellenti.

La specifica formulazione del prodotto permette di creare una barriera chimica che si propaga all’interno dei muri siano essi in tufo, mattoni forati o pietra, consentendo di idrofobizzare i materiali, senza alterare la loro composizione interna o superficiale, garantendo il presupposto fondamentale alla definitiva azione di contrasto verso l’umidità di risalita.

Immediatezza dei benefici

Un’opera di risanamento delle pareti interessate da umidità, che prevede l’eliminazione degli intonaci ammalorati, sarebbe inutile senza l’adozione di un prodotto specifico che riesca a bloccarne il percorso dall’interno.

L’azione idrofobizzante dei componenti di silicio contenuti all’interno di una crema siliconica, si propaga per tutto il perimetro interessato, attraverso l’iniezione diretta nel muro praticata madiante fori di profondità di almeno dieci centimetri, affinché la diffusione si uniformi impedendo l’assorbimento per capillarità dell’umidità proveniente dal basso.

L’impiego di questo prodotto permette di ovviare ai tradizionali inserimenti di fogli di vetroresina mediante taglio longitudinale delle pareti, che comporta un dispendio di tempo e denari, non garantendo una perfetta tenuta fra i fogli nel lungo periodo.