Reggisella telescopico X Fusion

Un reggisella telescopico X Fusion è destinato a diventare un alleato prezioso per qualsiasi escursione in mountain bike e non solo: si tratta di un elemento molto importante per le bici da enduro e da trail, non a caso messo a disposizione da quasi tutti i produttori sul primo montaggio nell’ambito della dotazione di serie. Questo accessorio merita di essere trattato con la massima attenzione, in virtù della sua delicatezza: i meno esperti, infatti, potrebbero rischiare di rovinarlo o di danneggiarlo nel corso delle operazioni di manutenzione, o semplicemente nel momento in cui la bici viene fissata sul cavalletto.

Per usare il reggisella telescopico X Fusion in maniera ottimale è bene non fissare sul suo stelo il morsetto: anche lo stelo di un reggisella telescopico, così come quello della forcella o di un ammortizzatore, è tenuto ad assicurare una tenuta ermetica. Proprio per tale ragione non può essere rigato; l’anodizzazione si può danneggiare con una certa facilità per colpa del morsetto, anche perché è sufficiente un banale sassolino rimasto incastrato nella gomma per compromettere la situazione. Grande attenzione deve essere riservata anche alla guaina e al tubo, che non vanno mai strozzati nella morsa.

Il reggisella telescopico, pertanto, deve essere stretto unicamente sul cannotto; nel caso in cui il fuorisella non fosse abbastanza, lo si può estrarre. Il morsetto deve rimanere all’interno rispetto al tubo o alla guaina, che comunque possono essere fatti passare anche nelle scanalature apposite. Ciò che conta è che i componenti siano sempre liberi di muoversi e che non vengano mai strozzati; occorre, inoltre, che il raccordo non venga danneggiato dal tubo, magari con curve strette. Il cavo del comando remoto può anche essere tolto, ma solo a condizione che il reggisella lo permetta: l’operazione in sé non è troppo complicata, ma è comunque opportuno adottare tutta la cautela del caso per agire correttamente.