Cosa vedere a New York: alla conquista della grande mela

Pronti per scoprire il fascino della metropoli? Cosa vedere a New York?

Se avete in programma un viaggio a New York non fatevi cogliere impreparati e cercate di fare un piano, almeno a grandi linee di quello che dovrete visitare, cosa vedere a New York . La città è grande e c’è tanto da vedere, quindi se non si ha chiaro cosa vedere e come muoversi si rischia di perdere del tempo prezioso. Sarebbe un vero peccato. Ecco qualche suggerimento su cosa vedere a New York, ovviamente è solo uno spunto che potrete modificare a piacimento, giusto per farsi un’idea.

1) I musei di Manhattan

La prima tappa potrebbe essere al centro, quindi Manhattan. Qui se amate i musei e l’arte troverete di che divertirvi. Come non fare un salto al Metropolitan Museum Of Art, uno dei musei d’arte più importante a livello internazionale. La visita dovrebbe durare da un minimo di due ore per apprezzare davvero quanto esposto. Sempre a Manhattan si trova il famoso Guggenheim Museum, dall’architettura a spirale che lo caratterizza. Al suo interno custodisce preziose opere dal XIX secolo.

2) Empire State Building

Salire su questo edificio vi regalerà alcune delle emozioni più suggestive che possiate vivere. Gli osservatori del 86° e del 102° piano schiudono allo sguardo un panorama unico, una vista a perdita d’occhio di New York e dintorni. Questa è una tappa davvero imperdibile, anche per chi ha pochissimo tempo. Acquistando un carnet di biglietti eviterete le code e potrete risparmiare un po’ di tempo.

3) Ellis Island e Statua della Libertà

Questa è forse una delle tappe che nell’immaginario collettivo viene in mente quando si pensa a cosa vedere a New York. Simbolo della città, la gigantesca statua attrae ogni anno milioni e milioni di turisti da tutto il mondo. Testimonianza dell’amicizia tra gli Stati Uniti e la Francia fu inaugurata nel 1886 sull’isola della Libertà. Disegnata da Gustave Eiffel è oggi parte del patrimonio dell’umanità dell’Unesco. Sull’isola di Ellis Island si può visitare l’Immigration Museum dove non solo si può fare un excursus sulla storia dell’immigrazione, ma anche scoprire particolari interessanti di eventuali parenti immigrati in America.

Ellis Island, cosa vedere a New York

4) Ground Zero

Purtroppo fa ormai parte della storia più triste e recente di New York, e di tutto il mondo. Dall’11 settembre del 2001 è diventata meta di pellegrinaggio, ma dal 2011 si può visitare il 9/11 Memorial Museum, situato proprio dove sorgeva il World Trade Center. La visita al Memoriale è gratuita, per il Museum, invece l’ingresso è a pagamento, gratuito il martedì. Sempre in zona, lungo il perimetro del Ground Zero sorge il Tribute Worl Trade Center, un tour guidato e una galleria fotografica.

Ground Zero, cosa vedere a New York

5) Central Park

Da non perdere una passeggiata al Central park, uno dei parchi più famosi, se non il più famoso, al mondo. Il verde si estende per circa 800 acri tra prati e laghetti con ponti davvero suggestivi e romantici. Aperto dalle 6 all’una del mattino per tutto l’anno. Rilassante e dal mood bucolico, è la meta preferita dei newyorkesi che amano ritemprarsi durante il fine settimana.

Central Park New York

6) MoMA Museum e Long Island City

Nella parte sud del Queens si estende il quartiere di Long Island City, rinomato centro manifatturiero in un’epoca ormai trascorsa, ma ancora oggi affascinante meta turistica per gli amanti dell’arte contemporanea. Qui si trova uno dei musei più visitati in assoluto, il MoMa, che annualmente ospita una cinquantina di mostre.

7) 5th Avenue

Celebre per essere un percorso obbligato di diverse parate, questa via è un trionfo di attrattive, come il bizzarro Flatiron Building, un edificio a forma di ferro da stiro. Ma non solo architettura, ci sono anche diversi negozio in cui fare shopping, sempre che si abbia molto da spendere perché sono presenti alcuni dei marchi più prestigiosi al mondo come Cartier, Louis Vuitton, Prada e così via.

8) Se rimane tempo…

Se rimane tempo non sarebbe da perdere una visita a Brooklyn, al Botanic Garden, Coney Island, al Museo dell’Arte e, ovviamente, al celeberrimo ponte di Brooklyn. Una capatina a Little Italy sarebbe auspicabile. Se andate in inverno non perdete le suggestive colline innevate di New York, al Central Park ottime caffetterie con cioccolate calde davvero speciali. Da non perdere.