Cosa sono i portoncini d’ingresso?

La scelta del portoncino ingresso per la propria abitazione deve essere il frutto di una decisione ben ponderata: si tratta di valutare con la massima attenzione non solo fattori come la robustezza e la coibentazione termica, ma anche un aspetto importante come quello estetico. Insomma, i parametri di acquisto che entrano in gioco sono molteplici: è necessario ricorrere al giusto mix di funzionalità e comodità per essere certi di sentirsi protetti tra le mura di casa e al riparo di possibili tentativi di effrazione o di intrusione da parte di malintenzionati.

Il portoncino ingresso, pertanto, deve essere in grado di garantire un comfort abitativo adeguato; se poi si affaccia verso l’esterno ed è visibile a tutti, non può non essere scelto in funzione dello stile dell’edificio in cui viene collocato, con il giusto equilibrio e la giusta armonia sia dal punto di vista dei colori che dal punto di vista dell’integrazione con i serramenti. Particolare attenzione deve essere prestata al valore della trasmittanza termica, che quantifica il grado di isolamento del portoncino: tale dato, che si esprime in watt su metro quadro per grado Kelvin, è tanto più elevato quanto più basso è l’isolamento termico che viene assicurato.

Non si deve commettere l’errore di pensare, in ogni caso, che un portoncino caratterizzato da un grado di coibentazione termica molto elevato sia per forza più pesante rispetto a un altro modello meno isolante. Soprattutto negli ultimi tempi, infatti, l’evoluzione tecnologica ha permesso di fare affidamento su materiali innovativi, tra i quali il carbonio e l’alluminio, che offrono praticità e resistenza senza che si debba rinunciare alla leggerezza. Ovviamente, il criterio più importante in vista di un acquisto è quello che ha a che fare con la sicurezza: è bene informarsi a proposito delle classi di resistenza, al fine di trovare il prodotto più adatto alle proprie necessità.